loading

REGGIA DI VENARIA REALE – CENTRO NATURA E PAESAGGIO, VENARIA (TO)

 

Progettista/Architect: A.Architects Tetrarc, Arch. Boeffard, Arch. Tymen PRO.MA. Arch. Guacci, Arch. De Sanctis.

Committente/Client: Ed.Ar.T.s.r.l. Torino

Nell’ambito del più grande progetto europeo di intervento per il recupero e la valorizzazione dei beni culturali, sito nel parco “La Mandria”, borgo di Venaria Reale (TO), Sermeca SpA è stata chiamata a progettare e realizzare l’involucro vetrato dei due edifici che costituiscono il “Centro Natura e Paesaggio”. Il progetto consiste nella realizzazione di una struttura portante e di un tamponamento vetrato a pannelli fissi e apribili (sia in copertura che in parete) movimentati da motori e meccanismi studiati appositamente.

Le facciate di testata sono invece realizzate con vetrate a sospensione puntuale. Le soluzioni tecniche hanno dovuto adeguarsi alle richieste di mantenimento delle architetture preesistenti e si è creata così una struttura aerea che va ad inserirsi all’interno di pareti perimetrali in muratura che vengono conservate.

Sermeca ha progettato e realizzato le strutture portanti, i meccanismi di movimentazione ed i particolari in acciaio e alluminio costituenti la tensostruttura vetrata per un totale di circa 5000 mq di superficie vetrata.

I volumi vetrati sono realizzati con vetrocamera trasparente chiaro con la seguente composizione:

  • vetro esterno 8 mm con trattamento in faccia 2 stopray Elite 67/37 reso temperato, molato e con contorno sporgente, spalmato di silicone strutturale;
  • camera 16 mm con canalina ossidata nera e sigilata strutturale;
  • vetro interno stratificato di sicurezza 6+6 (1,52 pvb) indurito.

L’apertura del pannello vetrato secondo un angolo variabile tra 0° e 50°, è realizzato con una coppia di bielle fulcrate da un lato sul montante e dall’altro sulla staffa di supporto, la quale a sua volta è fulcrata su un binario scorrevole in alluminio che, movimentandosi, genera il movimento di apertura.

Le bielle sono realizzate con tondini in acciaio inossidabile AISI 316 del diametro di 8 mm.

Tutti i giunti e le cerniere sono autolubrificanti con boccole in nylon. Le staffe di sostegno sono realizzate in estruso in alluminio speciale, i vetrocamera risultano essere assemblati in modo tale che si realizzi uno sfalsamento, tra lastra esterna ed interna, di circa 60 mm, al fine di garantire, nella posizione di chiusura, il necessario sormonto a “tegola” tra due pannelli successivi.

Lungo la superficie di contatto tra pannello superiore ed inferiore, inoltre, viene inserita una specie di guarnizione continua in elastomero che, lavorando in compressione, permette di ottenere un particolare livello di tenuta all’acqua.

La struttura portante della copertura in vetro è realizzata con profili continui scatolari estrusi in lega di alluminio 6060 (UNI900671) anodizzati, colore naturale. I profilati sono vincolati ai sottostanti arcarecci per mezzo di opportuni staffaggi in acciaio asolati. I profili hanno forma e dimensioni tali per poter ospitare i profilati scorrevoli ai quali sono vincolate le bielle di movimentazione dei pannelli vetrati. Tra profilati portanti e quelli scorrevoli viene inserito un profilo autolubrificante in nylon.

Per quanto riguarda le facciate con vetrate a pannelli fissi ed apribili, il vetro camera riporta le seguenti caratteristiche:

  • vetro esterno float 6 mm temperato;
  • vetro interno float 6 mm temperato;
  • accoppiamento con pvb 1,52.

La staffa di sostegno, come per la copertura, è realizzata in pluritubolare in estruso di alluminio. L’apertura delle lamelle, secondo un angolo variabile 0° e 45°, è realizzato analogamente a quanto descritto per la copertura.

I profilati che costituiscono la struttura portante della facciata, vincolati ai sottostanti arcarecci mediante opportuni staffaggi, permettono le necessarie regolazioni e tolleranze di montaggio, nonché le compensazioni dovute alla dilatazione.

L’azionamento delle parti apribili avviene per mezzo di motoriduttori (alimentati con corrente trifase a 380 V) ed ulteriori riduttori che, nel loro insieme riducono la rotazione da 900 giri/min. a 1 giro/min., completi degli organi di collegamento e del giunto parastrappi.

In totale per ogni fabbricato sono previsti 26 motori, di cui 14 (7+7) in copertura e 12 (6+6) in facciata.

L’apertura dei pannelli avviene tramite trasmissioni sincronizzate per ciascun gruppo di apertura. La trasmissione avviene attraverso opportuni alberi in acciaio speciale, mentre la trasformazione del moto, da rotatorio a rettilineo ai singoli binari, avviene per mezzo di scatole testa croce con corpo in alluminio, le quali, attraverso opportune ruote dentate e cremagliere in acciaio speciale, traducono la coppia motrice degli alberi di trasmissione in forza rettilinea applicata ai binari scorrevoli.

 

ROYAL VENARIA PALACE – NATURE AND LANDSCAPE CENTRE, Venaria (TO)

 

As part of the greatest European project concerning the restoration and enhancement of the cultural heritage, Sermeca SpA was called on.

In the “La Mandria” park, in the hamlet of Venaria Reale (Turin), to design and create the panelled section of two buildings which make up the “Nature and Landscape centre”. The project involved the creation of a supporting structure with glass curtain wall, made of fixed and opening sections (both as part of the covering and the wall moved by motors and specifically designed devices. The facades sections are made of suspended glazing curtain wall sections. The technical solutions adopted have had to adapt to the maintenance needs of an aerial structure which is incorporated in the pre-existing outer walls.

Sermeca has designed and built the supporting structural work, the movement devices and the steel and aluminium elements which make up the glass tensile structure, making a total glass covered surface area of 5.000 m2.

The glass sections consist of light transparent double glazing, the composition of which ia as follows:

  • external glass of 8 mm with front stopray Elite 67/37 treatment, hardened and tempered and ground with projecting edging coated with structural silicon;
  • 16 mm chamber with clack oxidized channel with structural sealant;
  • Internal stratified safety glass 6+6 (1.52 pvb), hardened.

The glass panelling opens out at a variable angle of between 0-50°, by means of a pair of connecting rods hinged to an upright on one side and to a supporting bracket on the other, which is in turn, hinged to a sliding aluminium rail which on moving generates the opening motion.

The connecting rods are made from AISI 316 stainless steel rods of 8 mm in diameter. All joints and hinges are self-lubricating with nylon bushing. The support brackets are made of special extruded aluminium, the double glazing is assembled in such a way as to create a staggered inset between the inner and external sheets of approx. 60 mm, and to ensure the closure position, the two subsequent panels are positioned in a roof tile position.

Along the contact surface between the upper and the lower panel a special continuous seal is inserted mad of elastomer material which, as the result of compression effects, ensures a particularly high level of water resistance.

The supporting surface of the glass covering is made of continuous boxed sections of extruded aluminium alloy 6060 (UNI 9006/1) anodised in natural colour. These sections are bound to the underlying purlines by means of slotted steel brackets. The sections are of such shape and size as to be able to contain the sliding sections to which the movement connecting rods of the glass sections are attached.

A self-lubricating nylon insert is slotted between the supporting and sliding sections.

 

The glass sections of the facades are made from sheets of light transparent, stratified glass, made up as follows:

  • external float of 6 mm – tempered;
  • internal float of6 mm – tempered;
  • laminated with pvb 1,52.

The support bracket, in the case of the coverings is made from pluri-tubular extruded aluminium. The opening of the lamellar sections, to an angle of between 0-45° is made in the same way as described for the covering.

The supporting structure of the glass panelled front section is made of continuous boxed vertical sections of extruded aluminium alloy 6060. The sections bound to the underlying perlines by means of special supports, ensure the necessary regulations and assembly tolerance levels, as well as offsetting the effects of dilation.

SCUDERIE REGGIA DI VENARIA REALE

Client

UE PROJECT